PER I CONSUMATORI


Avviso ai calamitati nel territorio dei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti, in Provincia di Livorno, in seguito agli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il 9 e 10 settembre 2017.

Milano 10/10/2017

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI in seguito agli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio dei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti il 9 e 10 settembre 2017, ai sensi dell’OCDPC n. 482 pubblicata su G.U. n. 226 del 27/09/2017.

I clienti Futuro che sono stati colpiti dagli eventi calamitosi, che sono soggetti titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali o cessione del quinto/delegazione di pagamento concessi per l’acquisto/ristrutturazione di edifici risultati poi distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei Comuni interessati dall’emergenza, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (180 giorni, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 15 settembre 2017, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente). La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per esercitare la facoltà di sospensione, la documentazione deve essere fatta pervenire al n. di fax 02-48244794 entro il 30 novembre 2017.

Futuro S.p.A.

Modulo di Richiesta


Avviso ai calamitati nel territorio dei comuni di Casamicciola Terme, di Forio e di Lacco Ameno dell’Isola di Ischia in seguito all’evento sismico del giorno 21 agosto 2017.

Milano 10/10/2017

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI in seguito all’evento sismico che ha interessato il territorio dei comuni di Casamicciola Terme, di Forio e di Lacco Ameno dell’Isola di Ischia il 21 agosto 2017, ai sensi dell’OCDPC n. 480 pubblicata su G.U. n. 218 del 18/09/2017.

I clienti Futuro che sono stati colpiti dall’evento sismico, che sono soggetti titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali o cessione del quinto/delegazione di pagamento concessi per l’acquisto/ristrutturazione di edifici risultati poi distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei Comuni interessati dall’emergenza, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (180 giorni, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 29 agosto 2017, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente). La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per esercitare la facoltà di sospensione, la documentazione deve essere fatta pervenire al n. di fax 02-48244794 entro il 18 novembre 2017.

Futuro S.p.A.

Modulo di Richiesta


Avviso ai calamitati nel territorio delle Province di Cuneo e Torino in seguito agli eventi atmosferici del novembre 2016.

Milano 16/02/2017

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI a seguito degli eccezionali eventi meteorologici occorsi nel territorio delle PROVINCE DI CUNEO E TORINO nell’ultima decade del mese di novembre 2016, ai sensi dell’OCDPC n. 430, pubblicata su G.U. n. 12 del 16/01/2017.

I clienti Futuro che sono stati colpiti dagli eventi atmosferici di cui sopra, che sono soggetti titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali o cessione del quinto/delegazione di pagamento concessi per l’acquisto/ristrutturazione di edifici risultati poi distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei Comuni interessati dall’emergenza, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, ai sensi dell'Art. 10 dell'Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 430, pubblicata su G.U. n.12 del 16/01/2017.

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per esercitare la facoltà di sospensione, la documentazione (richiesta scritta più autocertificazione del danno subito) deve essere fatta pervenire al n. di fax 02-48244794 entro il 31 marzo 2017.

Futuro S.p.A.

Modulo di Richiesta
Elenco dei Comuni


Avviso ai calamitati nel territorio delle Province di Imperia e Savona in seguito agli eventi atmosferici dei giorni 24 e 25 novembre 2016.

Milano 22/02/2017

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI a seguito degli eccezionali eventi meteorologici occorsi nel territorio delle PROVINCE DI IMPERIA E SAVONA nei giorni 24 e 25 novembre 2016, ai sensi dell’OCDPC n. 434, pubblicata su G.U. n. 18 del 23/01/2017.

I clienti Futuro che sono stati colpiti dagli eventi atmosferici di cui sopra, che sono soggetti titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali o cessione del quinto/delegazione di pagamento concessi per l’acquisto/ristrutturazione di edifici risultati poi distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei Comuni interessati dall’emergenza, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, ai sensi dell'Art. 10 dell'Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 434pubblicata su G.U. n18 del 23/01/2017.

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per esercitare la facoltà di sospensione, la documentazione (richiesta scritta più autocertificazione del danno subito) deve essere fatta pervenire al n. di fax 02-48244794 entro il 25 marzo 2017.

Futuro S.p.A.

Modulo di richiesta
Elenco dei Comuni


Sospensione del credito alle famiglie
Accordo ABI-Associazioni dei Consumatori del 31 marzo 2015

Milano 30/05/2015

SOSPENSIONE DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE, ai sensi dell'art. 1, comma 246, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015).

Futuro ha aderito all'Accordo ABI-Associazioni dei Consumatori del 31 marzo 2015, che prevede la sospensione della quota capitale delle rate dei mutui e del credito al consumo - per un massimo di 12 mesi - sospensione che verrà riconosciuta dalla Società agli aventi diritto, a condizioni migliorative rispetto al protocollo originariamente sottoscritto, ovvero con accodamento, a fine piano d'ammortamento, delle rate oggetto della sospensione a titolo non oneroso. Non sarà, quindi, richiesto alla clientela il pagamento di interessi nel periodo di sospensione.

EVIDENZIAMO CHE L'ACCORDO ESCLUDE DALLA SOSPENSIONE I FINANZIAMENTI ASSISTITI DALLA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO O DELLA PENSIONE - CUI SONO ASSIMILATE LE DELEGAZIONI DI PAGAMENTO - IN QUANTO ASSISTITI DA COPERTURA ASSICURATIVA OBBLIGATORIA, PERTANTO POTRANNO ESSERE OGGETTO DI RICHIESTA A FUTURO S.p.A. SOLO LE CASISTICHE PER LE QUALI NON TROVANO APPLICAZIONE LE COPERTURE ASSICURATIVE OBBLIGATORIE E CHE, OVVIAMENTE, POSSIEDONO TUTTI I REQUISITI PREVISTI DALL'ACCORDO.

Solo per questi casi la sospensione potrà essere richiesta, per una sola volta, al verificarsi degli eventi di cui all'Accordo:
- a partire dal 30 maggio 2015 e sino al 31 dicembre 2017,
- utilizzando l'apposito modulo sotto riprodotto (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto di notorietà), cui andrà allegata la documentazione richiesta, comprovante gli accadimenti dichiarati.
- inviando il tutto al n. di fax 02-48244794.

Futuro esaminerà la documentazione pervenuta e potrà richiederne ulteriore ad approfondimento.
Qualora non esistano i presupposti per l'accoglimento della richiesta, Futuro comunicherà al cliente il rifiuto entro il termine di 20 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda corredata di quanto richiesto.

Futuro S.p.A.

Modulo richiesta sospensione

Accordo moratoria


Guida ai Consumatori

È disponibile la nuova guida "Il credito ai consumatori in parole semplici", emanata per disposizione di Banca d'Italia, che contiene indicazioni pratiche e l'illustrazione dei principali diritti dei clienti. All'interno della guida figurano i contatti utili per richiedere a Futuro assistenza o per avanzare un reclamo.
Scopri le Guide ai Consumatori

Reclami

Per presentare un reclamo formale in forma scritta per contestare a Futuro un comportamento che ritieni scorretto, puoi inviare:

- una lettera all'Ufficio Reclami, Via Caldera 21/D 20153 Milano
- un Fax al numero 0248244794
- una email all'indirizzo di posta elettronica reclami@futuro.it
- una e-mail all’indirizzo di posta elettronica certificata: pec reclami@pec.futuro.it
Ti risponderemo entro 30 giorni dal ricevimento della segnalazione.


Arbitro Bancario Finanziario

L'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione delle controversie che possono sorgere tra i clienti e le banche e gli altri intermediari in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari. L’ABF è un sistema alternativo, più semplice, rapido ed economico rispetto al ricorso al giudice anche perché non prevede la necessità di assistenza legale da parte di un avvocato. L'ABF è un organismo indipendente e imparziale nei compiti e nelle decisioni, sostenuto nel suo funzionamento dalla Banca d'Italia. Il cliente può ricorrere all'ABF solo dopo aver cercato di risolvere la controversia inviando un reclamo scritto all'intermediario. Per conoscere i dettagli di come e quando rivolgersi all'Arbitro consulta l'apposita Guida esplicativa.


Procedura di Conciliazione Paritetica tra intermediari bancari/finanziari e consumatori

La Procedura di Conciliazione Paritetica costituisce un valido strumento per risolvere in modo semplice e rapido le controversie tra intermediari bancari/finanziari e consumatori, alternativo alla giustizia ordinaria, alla mediazione civile e all'Arbitro Bancario Finanziario.
Per saperne di più consulta il Protocollo e Regolamento di Conciliazione e scarica il modulo di richiesta.


Monitorata

Monitorata ti aiuta a capire se le tue entrate ed uscite mensili sono compatibili con la rata da rimborsare se stai pensando di richiedere un prestito.
I risultati ti verranno forniti in modo semplice ed immediato insieme ad alcune utili indicazioni, scritte in forma semplice e concisa. Scopri Monitorata


LinkedIn
Compass Banca S.p.A.
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale, per le condizioni contrattuali si rimanda ai documenti informativi disponibili presso i partner commerciali di Futuro S.p.A.. Salvo approvazione da parte di Futuro S.p.A. alla richiesta di finanziamento.